Work at Home – la soluzione che rende possibile la business continuity

In una delle sue prime raffigurazioni cinematografiche il ragionier Fantozzi, personaggio creato per raccontare le tristi vicissitudini di un impiegato, si cimentava in un gesto spericolato, ovvero quello di prendere l’autobus al volo per evitare di fare tardi a lavoro.

Seppur in maniera grottesca questa scena dimostrava quello che allora ed anche oggi molti di noi devono affrontare per essere presenti in orario a lavoro. 

Si è voluto cominciare con una nota leggera per parlare dei benefici della nuova frontiera del work at home. E’naturale che nella situazione globale in cui ci troviamo, il principale beneficio è quello di permettere la continuità della catena lavorativa, nelle condizioni più sicure possibili. Il WAHA – work at home advisor veste alla perfezione non solo l’attuale situazione ma anche quella che seguirà. Una soluzione che va di pari passo con la filosofia “High Tech – High Touch”, di cui abbiamo già parlato in precedenza. 

Andiamo però a vedere più nel dettaglio quali sono i benefici per dipendenti ed aziende, dividendoli in tre macro categorie:

Maggiore Produttività ed Efficienza

  • Lavorare nel proprio comfort personale. Non più la necessita di svegliarsi ore prima per prepararsi ad andare a lavoro, bensì la possibilità di poter lavorare in pantofole e pigiama in totale tranquillità o per chi deve fare video call, anche vestirsi e prepararsi rimanendo però comodamente a casa.
  • Rafforzare i legami con le persone a noi care. Passare le pause non alla ricerca di qualcosa da mangiare velocemente, ma poter bere il caffè della prima pausa dal balcone di casa oppure sedersi a tavola con le proprie famiglie. 
  • Aumentare la produttività. Basta vedere i primi due punti per rendersi conto di quest’ultimo. Una persona che lavora nelle proprie condizioni ottimali fa si che sia più serena, rilassata ed abbia una maggiore produttività, fare gli straordinari laddove sia necessario. Conclusione espressa anche nel seguente studio https://builtin.com/company-culture/harvard-study-finds-remote-workers-more-productive

Costi e Ricavi

  • Diminuzione di costi di trasporto per il dipendente, ma anche di costi strutturali per le aziende. Avere meno persone da dover “ospitare” ogni giorno, comporta una riduzione di costi logistici. Ricavi che possono poi essere investiti per migliorare sia gli ambienti stessi ma anche incentivare chi lavora da remoto. 
  • La capacità di retention dello staff. Spesso si sono perse figure valide perché avevano problemi logistici o perché hanno preferito un’altra occupazione. Con il lavoro da remoto si può dare la possibilità anche a chi vive lontano o ha trovato lavoro in altre città di restare a far parte della famiglia lavorativa.

Business Continuity

Come sottolineato precedentemente, il WAHA è la soluzione che permette di aiutare in questa difficile situazione sotto molteplici aspetti:

  •  Dando la possibilità di non spegnere le luci della propria azienda in qualsiasi momento d’emergenza, continuando ad offrire un servizio che per molte persone può essere anche di vitale importanza, come i vari supporti tecnici per la telefonia mobile, servizi di e-banking ed e-commerce, etc, etc.  
  • In questo momento poter avere persone a casa, libera anche quello spazio che dobbiamo tenere di sicurezza per chi continua a lavorare in ufficio. 

Teleperformance si era già mossa per tempo per affrontare anche le difficoltà logistiche che comporta il roll out di questa soluzione, e può con efficienza e velocità implementare questa nuova frontiera del lavoro. 


Che cosa pensi del post?
Lasciaci il tuo commento

avatar

*