Web e Social Network: la Falsa Identità è rivelata dal Mouse
Mouse e false identità

E’ recentissima l’analisi di un team del Dipartimento di Psicologia Generale dell’Università di Padova: da come si usa il Mouse si può scoprire se si ha di fronte – al di là dello schermo – una falsa identità.

O se, in qualche modo, si sta mentendo.

La ricerca è stata pubblicata sulla rivista online Plos One e ha rapidamente fatto il giro della Rete.

Perché in termini di sicurezza – tema attualmente caldissimo – l’individuazione di identità e notizie contraffatte rimane il maggior problema.

Il mouse come nuovo strumento per il Lie-Detection? Sì, e perfino con il 90% di risultati attendibili.

L’esperimento, coordinato dal Professor Giuseppe Sartori, è stato condotto inizialmente su un campione di diciassette maschi e ventitré femmine, di età compresa tra i 23 anni e i 25. Il risultato è stato poi ripetuto su un secondo campione di venti giovani.

Ogni soggetto ha dovuto dare risposta ad un sondaggio, rispondendo semplicemente con un “sì” o con un “no” a domande riguardanti la propria identità sul Web e sui Social Network.

Un’avanzatissima metodologia basata su tecniche di machine learning ha, nel frattempo, analizzato la linea tracciata dal mouse durante le risposte.

E nella traiettoria percorsa sono emerse lentezze, incertezze, tempi di latenza, rapidità inaspettate di movimento.

Leggi l’articolo completo QUI


Che cosa pensi del post?
Lasciaci il tuo commento

avatar

*